Questa positivo fusione si riscontra e nella “Celtic Cross”

Questa positivo fusione si riscontra e nella “Celtic Cross”

Ma accuratezza: la dottrina monastica irlandese non fu soltanto ripetitiva: l’incontro con la cultura celtica per mezzo di la cultura latina e la costume ortodosso fece consenso in quanto, nei secoli d’oro del monachesimo, sopra Irlanda nascesse una civilizzazione originale capace di dire per modo fantasista l’incontro di queste altre culture. Senz’altro l’arte della modellino esprime simbolicamente la maestria di prendere e ripassare dati culturali celtico-precristiani, latini e orientali con una compendio di straordinaria piacevolezza e genialita: basti adempiere quei capolavori perche sono i manoscritti di Durrow (per. 680) ovverosia di Kells (VIII sec.) .

E una afflizione scolpita sopra sasso composta dall’intersezione di una tormento cristiana con un cerchio quest’ultimo figura celtico della territorio e del sole e dunque del periodo assiduo della energia e della scomparsa. Corrente successione sterminato pieno di tormento rappresentato dal ruota trova nel cristianesimo il adatto nucleo e la risoluzione: il Cristo ci appare dominatore e critico. Sui lati vengono scolpiti ordinariamente estranei elementi: apostoli, santi, scene della energia della sacra scrittura. Ma non mancano straordinarie riprese di motivi geometrici celtici. Ormai l’accesso alla amico e aperta per tutti, privo di quella discrezione iniziatica singolarita del druidismo..

Finale

L’evoluzione del monachesimo celtico fu tanto veloce, eppure nella stessa quantita lesto fu il proprio degenerazione. In precedenza nel 664 l’importante riunione di Whitby aveva incominciato l’operazione di assimililazione del religione cristiana celtico insieme la tempio cattolica romana: risolvendo per simpatia di quest’ultima i problemi man stile sorti giacche rappresentavano motivi di tensione (il elenco del vicario, la momento della pasqua, la tonsura, il culto del iniziazione e dell’ordinazione pastorale, ecc…).

E la regola monastica colombaniana ben in fretta venne di evento a imbattersi accompagnata e ulteriormente sostituita da quella benedettina. Nel XIV e XV periodo molti antichi monasteri irlandesi erano sopra dissolvimento, cosi durante limitatezza di canone religiosa ovvero in difficolta economiche, tanto a causa di privazione di monaci: a causa di attuale stimolo i monasteri vennero a causa di lo piuttosto ripopolati unitamente monaci di altra inizio, intanto che altri furono soppressi. Nel 1862 vescovo di Roma caritatevole IX soppresse l’ultimo badia irlandese mediante Germania.

Cio nondimeno vacuita toglie al registro determinante che, di nuovo se durato pochi secoli, seppe ricevere ancora la dottrina monastica celtica per ordine alla costruzione di quella christianitas radice dimenticata della preparazione e dell’identita europea. Scrissero nel ‘73 i vescovi irlandesi durante pretesto dell’entrata dell’Irlanda nell”fusione Europea: “Anche se la nostra e una piccola patria, noi non siamo per niente andati durante Europa mendicando col berretta per giro, tuttavia vi siamo andati ai tempi di san Colombano e San Cataldo mediante la intelligenza alta, fine avevamo assai da conferire e da reggere. …La nostra porzione in Europa e stata costantemente da un segno di vista incorporeo e culturale con l’aggiunta di in quanto leader ed conveniente, una suono che si coscrizione per amicizia dei valori perenni e della attesa cristiana”.

Un indicazione determinante poi colui del monachesimo irlandese, congiuntamente per esso di desiderato, Cirillo e Metodio; un elenco affinche speriamo cosi riconosciuto di nuovo solennemente dalla tempio Cattolica con la pubblicazione di san Colombano compatrono d’Europa, e un elenco giacche venga riconosciuto speriamo ed dalla formazione “laica” che mediante realta sappia assistere nell’opera di tutte queste grandi figure quella inizio di valori e ideali forti cosicche hanno autorizzazione alla nostra Europa di aumentare nella cognizione della sua coincidenza che speriamo non venga relegata ai soli aspetti economici, pena il adatto dissolvimento.

Supplemento: l’abbazia di Borzone sostegno colombaniana?

Vorrei ferzu contegno un traccia a esso in quanto potremmo spiegare un dissidio storico attualmente irrisolto: mi riferisco alla stadio di fondazione del monastero di Borzone situato sull’Appennino Ligure, nella Val Sturla, nell’entroterra di Chiavari. La prontezza monastica benedettina e certa a muoversi dal 1184, datazione con cui i monaci provenienti dall’abbazia francese della Chaise Dieu (dal nome dell’Abbazia genitrice situata nell’Alvernia e allora in precedenza esaurientemente rappresentata in Italia insieme diverse fondazioni) prendono proprieta del abbazia e dei suoi territori.

Tags: No tags

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *